La Tomba di Giganti di Imbertighe

Nel più totale silenzio di un campo di Borore, svetta la più bella stele centinata di tutta la Sardegna.

Descrizione:

Giovanni Pinza nel suo testo: “Monumenti primitivi della Sardegna” aveva definito la tomba di Imbertighe «il prospetto del più bel sepolcro di giganti che si conosce in Sardegna».

La sepoltura conserva oggi soltanto la stele centinata e le ali dell’esedra.
La documentazione grafica pubblicata dal Mackenzie, tuttavia, consente di ricostruire almeno le dimensioni della sepoltura, che era composta da un lungo corpo tombale (m 11,50) con vano funerario (lungh. m 9,00; largh. m 1,00) e da un’ampia esedra (corda m 10/11; freccia m 5,40).
L’esedra è realizzata con massi di basalto disposti su filari regolari. Al centro svetta la stele monolitica alta m 3,65, scolpita con estrema cura, di forma quasi ellittica, con la tipica cornice a rilievo piatto che si interrompe nella parte inferiore dove si fonde con la parte inferiore del monolito.
Il prospetto è suddiviso in tre parti: la base, liscia e più spessa, che conserva al centro il portello quadrangolare con angoli superiori arrotondati; il riquadro mediano trapezoidale e la lunetta superiore separati dal listello trasversale
Lo spessore della stele decresce gradualmente verso l’estremità superiore mentre la superficie posteriore, spianata con cura, mostra un’accentuata convessità a m 2,80 di altezza.
La tomba può essere datata al Bronzo medio.

Come arrivare:

Si lascia la S.S.131 “Carlo Felice” allo svincolo del km 135 e, all’incrocio, si svolta per Borore sulla S.P. 33 “Borore-Ottana”; appena superato il bivio per Borore si prende la S.P. 66 per Sedilo e si svolta a destra, in direzione di Borore. Percorsi circa 300 metri si incontra, a sinistra, l’ingresso di una stradina asfaltata che conduce, dopo circa 200 metri, davanti al terreno ove sorge la tomba.

Gestione:

Nessuna gestione, liberalmente fruibile.

ARCHAIC SARDINIA

L'Associazione nasce per promuovere il patrimonio archeologico, storico e folkoristico della Sardegna. Attraverso le tecnologie digitali e nuovi modi di comunicare, vuole raccontare e divulgare il celato fascino dell'isola.

Vuoi scriverci, darci un consiglio, una notizia, o collaborare con noi?

Pin It on Pinterest