Il Nuraghe Losa

Uno dei più famosi e rappresentativi nuraghi dell’isola, per imponenza e conservazione. La sua sagoma inconfondibile si staglia nell’altopiano basaltico di Abbasanta.

Descrizione:

Ubicato al centro del vasto altopiano basaltico di Abbasanta, a poca distanza dalla S.S. 131 “Carlo Felice”, è ben visibile dalla strada, fra il km 123 e il km 124. Il nuraghe è un maestoso trilobato, realizzato con grossi blocchi di basalto scuro, ed il nucleo più antico, ossia la torre centrale, risale al Bronzo Medio. Inoltre è circondato da un antemurale e da un’ulteriore cinta muraria al cui interno si trovano i resti di un villaggio in gran parte da scavare. 

Il monumento ciclopico, oggi alto circa 13 m, in origine superava i 20 m. La torre centrale, è collegata ad altre tre torri tramite un poderoso bastione ad andamento curvilineo, il cui profilo esterno, davvero magnifico, è indubbiamente uno dei più ingegnosi fra quelli progettati dai grandi ingegneri nuragici. A differenza di altri nuraghi complessi, qui non si ha la presenza di un cortile interno. Difatti il vestibolo immette direttamente alla torre centrale e ai corridoi che collegano le altre torri ricavati nello spessore murario del bastione, le cui volte sono state realizzate con tecnica ciclopica, con enormi blocchi di basalto appena sbozzati e incastonati a formare un equilibrio statico perfetto. La camera della torre centrale si presenta con la volta a ogiva intatta. Una scala ricavata nello spessore murario conduce al piano superiore, di cui restano pochi filari. Di particolare interesse risultano i tre frammenti di mensoloni tuttora in situ, che aiutano ad immaginare come doveva presentarsi la sommità del bastione.

Come arrivare:

Il nuraghe è ben segnalato e visibile dalla S.S. 131, tra il km 123 e il km 124, sulla sinistra in direzione di Sassari.

Gestione:

Coop. Paleotur
Abbasanta (OR)
Tel:+39 078552302/3319128790
E-mail: [email protected]
Sito web: www.nuraghelosa.net

ARCHAIC SARDINIA

L'Associazione nasce per promuovere il patrimonio archeologico e folkoristico della Sardegna. Attraverso le tecnologie digitali e nuovi modi di comunicare, vuole raccontare e divulgare il celato fascino dell'isola.

Vuoi scriverci, darci un consiglio, una notizia, o collaborare con noi?

Pin It on Pinterest