Castelli della Sardegna

La maggior parte dei castelli sardi risale al Medioevo, alcuni risalgono all’età bizantina, ma la gran parte di essi vennero edificati durante il periodo giudicale e signorile. Se si comprendono anche quelli scomparsi, se ne contano 82. Isolati sulle cime delle colline, la maggior parte di essi è giunta sino a noi allo stato di suggestivi ruderi, avevano prettamente uno scopo strategico-militare, la loro funzione era soprattutto quella di vigilare sui confini giudicali e sulle vie di comunicazione principali. Una volta che la Sardegna venne unificata, l’utilità dei castelli cessò definitivamente.

ARCHAIC SARDINIA

L'Associazione nasce per promuovere il patrimonio archeologico e folkoristico della Sardegna. Attraverso le tecnologie digitali e nuovi modi di comunicare, vuole raccontare e divulgare il celato fascino dell'isola.

Vuoi scriverci, darci un consiglio, una notizia, o collaborare con noi?

Pin It on Pinterest